La Cena Beat a Villa Il Palagio: com’è andata

Buongiorno!

Oggi sono di matrimonio a Il Trebbiolo Relais, a Molino del Piano (Pontassieve), ma, prima di tornare a cotonarmi il capello (ormai sono entrata pienamente nel mood anni ’80!), ho giusto qualche minuto per parlarti della Cena Beat di ieri sera a Villa Il Palagio, organizzata da Firenze Spettacolo e dal suo direttore Leonardo Tozzi, con Promowine, alla quale sono andata con la mitica Elisabetta di I Feel Betta.villa il palagio.jpgPartiamo dalla location: Villa Il Palagio è una dimora storica nel cuore delle colline di Rignano sull’Arno, resa moderna anche grazie alla proposta giovane e alla cucina del ristorante Palagio59, dello chef Mario Perone, con una bella esperienza alle spalle, presso strutture luxury, in Toscana e all’estero, e in ristoranti come Capo Nord, a Marciana Marina (Isola d’Elba).

La Villa è composta da appartamenti standard, deluxe ed exclusive, arredati in stile contemporaneo e con cucina attrezzata, dotati tutti di ingresso indipendente.

Tra i servizi, una bellissima piscina immersa nel verde, con solarium e bar, una biblioteca, al primo piano della reception, con un’interessante collezione di libri dei più svariati generi e argomenti, giochi da tavolo (da richiedere in reception), sala meeting di una portata fino a 100 ospiti.

La location è disponibile anche per matrimoni ed eventi privati.

chiostro.jpgL’evento si è svolto nel giardino antistante il ristorante, con il sottofondo musicale del dj Leo Daddi, presente nella scena fiorentina fin dalla fine degli anni ’70, che ha curato la selezione musicale e compilation per diversi locali storici fiorentini, che ci ha fatto cantare tutti.

salmone.jpgLo chef Mario Perone ha interpretato in modo invitante ed elegante piatti anni ’70 e ’80 come tartine con uova di lompo, vitello tonnato, salmone in bellavista, aspic, cocktail di gamberetti, pomodori ripieni di riso, tortellini panna, prosciutto e piselli e molto altro.

ruffino.jpgLa cena è stata ulteriormente valorizzata dai vini di Ruffino, azienda simbolo della zona, presente all’evento con un evergreen, il Rosatello Cuvée, un Galestro IGT Toscana Bianco 2016 e un Chianti Superiore 2016 Fiasco 2015.

IMG_20180712_101750.jpgAbbiamo concluso in dolcezza con  il gelato del simpaticissimo Vetulio Bondi, noto a tutti per la preparazione con soli ingredienti naturali (e credimi che non è cosa affatto scontata!) e per i gusti più arditi (mai mangiato il gelato al gusto Ribollita?!). I gelati preparati per l’occasione: l’immancabile Puffo, fiordilatte con l’esclusivo uso di colorante naturale, Puffetta e il Cucciolone. Che te lo dico a fare! 😛

Insomma c’è stato da divertirsi e da imparare. Da rifare!

 

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.