Mangiare in fabbrica tra gli argenti sotto una falce e martello a Firenze: ecco In Fabbrica Pampaloni

Buona domenica!

Oggi voglio parlarti di uno dei ristoranti più insoliti di Firenze, unico per la sua idea di fondo e il suo ambiente.

Parlo del Ristorante InFabbrica Pampaloni, in zona Galluzzo.

Si tratta della famosa fabbrica di argenti Pampaloni che, dal mercoledì al sabato, dalle 20:30,  propone al suo piano superiore, dove si trova la mensa degli operai, la cena.

Non c’è un’insegna, per cui devi conoscere esattamente il civico del locale.

ingresso.jpgAccederai dalla fabbrica, ammirando i monili in argento, alcuni dei quali dallo stile più contemporaneo, tra cui una bellissima scacchiera gigante nella sala di ingresso. Alle sue spalle si trova il cuore della fabbrica, con i suoi macchinari, mentre al piano superiore il ristorante, che dispone anche di un’ampia terrazza.

scacchiera.jpgLa sala ristorante è caratterizzata da uno stile imperiale francese e sovietico: domina la falce e martello luminosa sul soffitto, candelabri d’argento e un’apparecchiatura interamente in argento, calici da vino compresi. Presente persino un trono in legno, perfetto se c’è un festeggiato!

Il ristorante comprende due lunghi tavoli, ideali per gruppi, e un tavolo più piccolo, per cui il numero di posti è limitato.

A servire gli operai stessi della fabbrica in divisa militare e guanti bianchi.

Noi abbiamo scelto questo ristorante in occasione del quarantesimo di mio cognato, prevedendo un menu fisso e la torta.

Al nostro arrivo siamo stati accolti dal titolare e dal cuoco con cui ho organizzato il tutto e ci è stato offerto un aperitivo nella sala d’ingresso.

seggiolone.jpgPer la peste mi è stato proposto un seggiolone di altri tempi, che ho trovato molto divertente.

parmigiana.jpgravioli.jpgsecondo.jpgA cena ci sono state servite una Parmigiana Siciliana, Ravioli di bufala con salsa al pistacchio, Filetto di maiale speck e formaggio in pasta sfoglia con contorno di patate e la Torta al pistacchio. Tutto davvero squisito e abbondante.

torta.jpgDa bere abbiamo bevuto un vino dell’azienda, Chianti Classico Riserva Spartaco Pantaleoni 2012, niente male, mentre con il dolce ci è stato servito uno Zibibbo, inclusi nel presso della cena, come anche la torta.

Ho dedotto a questo punto che il cuoco fosse siciliano!

Il servizio è adeguato al posto e di gran lunga superiore a quello di alcuni altri ristoranti.

Personalmente ne sono rimasta affascinata. Ho adorato il doppio volto di questo posto, l’accoglienza, la dimensione familiare e raccolta, in cui è facile scambiare due chiacchiere anche con gli altri commensali, ma anche il cibo, non troppo ricercato ma neanche troppo scontato, il servizio.

Unica svista: nel conto finale è stato inclusa anche la peste che aveva mangiato prima e ha assaggiato qualcosa da noi solo in qua e là, ma forse dovevamo precisarlo.

In ogni caso andare da In Fabbrica Pampaloni vuol dire prima di tutto fare un’esperienza unica ed è per questo un arricchimento.

In Fabbrica Pampaloni

via del Gelsomino, 99

Firenze

Tel. 3475145468

info@pampaloni.it

 

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.