Voglia di pizza? Ci pensa la piazza di Buoneria

Questo weekend sono rimasta in città e ne ho approfittato per vedere alcuni amici.

IMG_20170610_201814Sabato sera abbiamo provato Buoneria, pizzeria all’interno del Fosso Bandito, in zona Cascine, di cui ti ho parlato in occasione dell’inaugurazione dello spazio esterno dedicato alla regina dello street food: la pizza.

Non è possibile prenotare, ma lo spazio è enorme e i tavoli disponibili molti, per cui, pur essendo arrivati alle 20:00, non è stato un problema trovare posto.

IMG_20170610_201803.jpgCome ti dicevo, all’esterno sono stati allestiti 4 forni dov’è possibile scegliere tra 4 tipologie di pizza: la pizza classica napoletana, la pizza bassa e croccante romana, la pizza al taglio e la Montanara, pizza fritta condita con pomodoro, mozzarella e basilico.

 

IMG_20170610_204846.jpgIo avevo già provato la pizza classica, per cui ho voluto provare la pizza romana con acciughe e fiori di zucca: deliziosa e leggera. Viene già tagliata, per cui le posate di plastica fornite sono superflue.

Vengono servite solo le bevande al tavolo, dai ragazzi che passano a prendere le ordinazioni. Ho accompagnato la pizza con una Pedavena cruda non filtrata.

La spesa media è all’incirca di 12-13 euro per una pizza e una birra.

Piacevole e originale la selezione musicale di sottofondo, che ci ha permesso di chiacchierare tranquillamente senza dover urlare come ossessi.

Nonostante la notevole affluenza di persone, lo spazio è ben organizzato e ordinato, per cui si mangia e si beve abbastanza velocemente e, soprattutto, senza dover fare a cazzotti per la fila, come in altri spazi estivi.

Buoneria – Fosso Bandito

via del Fosso Macinante, 4

Firenze

Tel. 055365500

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.