Tradizione e ispirazioni internazionali nel cuore di Firenze: il servizio a domicilio di Ristorante Accademia

Dopo le feste natalizie, in cui il tempo sembra essere stato sospeso, riprende l’attività del team di #ioaiutounristorante di Social Eating in Florence con un ristorante del centro storico: Ristorante Accademia.

Si tratta di un locale in piazza San Marco, a pochi metri dalla Galleria dell’Accademia, rilevato 20 anni dai fratelli Iacovitti Aldo e Gianni, la cui cucina si basa sul connubio tra origini abruzzesi e cucina toscana, senza rinunciare ai più famosi piatti internazionali.

Ho trovato la Family Box, formula pensata per asporto e delivery, generosa e ricca di sapori.

Innanzitutto ho apprezzato tantissimo che insieme alla cena mi sia stato consegnato del pane fresco salato (per noi che siamo fuori tutto il giorno non è scontato avere il tempo per acquistare del pane fresco la sera prima di rientrare a casa).

Riguardo ai piatti, abbiamo cominciato con dei Ravioli al basilico con ripieno di pappa al pomodoro su burrata.

Mi sono piaciuti moltissimo il Gulash e lo Stinco di maiale con patate, accompagnati da un’insalata di cavolo cappuccio.

Non sono mancati i dessert, una Torta rustica con frutta secca e uno Strudel di mele.

Per ordinare queste meraviglie basta contattare Gianni con Whatsapp al numero 3355618116. entro le 12:00.

Se ordini in questo periodo in un ristorante, utilizza anche tu l’hashtag #ioaiutounristorante e tagga Social Eating in Florence.

Ristorante Accademia

Piazza San Marco 7/R

Firenze

Tel. 055217343

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.