Blog ai tempi del Coronavirus

Ho pensato più e più volte di scrivere un post sull’attuale situazione nazionale e ancora più volte ho richiuso il pc perchè tutto quello che avevo pensato di scrivere fino a quel momento mi sembrava futile e inutile in quel momento.

Il Coronavirus (fa quasi paura nominarlo), che fino alla scorsa settimana è sembrato a molti, me per prima, una questione lontana da noi e ingigantita dai mezzi di comunicazione che conosco troppo bene, ora ci tocca tutti, indistintamente e da vicino, perché mina radicalmente la libertà personale di ognuno, le relazioni e le abitudini, che prima apparivano insignificanti e ora ci sembrano così vitali.

Noi, molti dei quali non hanno vissuto guerre o calamità naturali, fanno fatica a realizzare ciò che tutto questo possa rappresentare per le nostre vite e per la Nazione intera e ad immaginare quali saranno gli effetti di queste poche settimane.

Non temere: non entrerò nel merito del tema, non mi calerò nei panni di virologi, medici, economi e politici; lascio questi ruoli a chi in queste ore sui social lo sta già facendo per me e rimarrò nei miei umili panni di cittadina spaventata e proporre l’unica dote che mi ha aiutata nelle difficoltà della mia esistenza: la resilienza.

Creare dalle difficoltà delle opportunità.

Come?

Imparando qualcosa di nuovo, utile e virtuoso, facendo lavorare la creatività e, soprattutto, incanalando l’emotività in modo positivo.

Voglio allora parlarti di alcune delle belle iniziative da sfruttare e tener presente in questo momento a Firenze e non solo.

Intanto, un progetto che appoggio da tempo e che potrà esserti utile in queste ore in cui ci viene ripetuto di rimanere a casa, ma il nostro chiodo fisso è fare la spesa: Genuino.Zero.

Si tratta di una piattaforma on line che ti permette di acquistare prodotti a filiera corta e biologici, senza importi soglie minime di spesa, entro domenica e di riceverla direttamente a casa tua il martedì grazie a mezzi a basso impatto ambientale, a prezzi ragionevoli. Non è un semplice modo di fare la spesa, ma di conoscere piccole realtà del nostro territorio e assaporare prodotti fatti come una volta e con il cuore.

E’ un modo per acquistare tante cose buone, magari da utilizzare per cucinare, e per sostenere i piccoli produttori che in questo momento risentono particolarmente della situazione.

E se invece vuoi farti un drinketto?

C’è l’app Winelivery, dove puoi acquistare e ricevere a domicilio vini, liquori, ma anche interi kit per prepararti un cocktail, comodamente a casa. Ho tutta l’intenzione di provarla! 🍹

Una bella iniziativa quella di una realtà fiorentina che stimo tanto, la libreria Alzaia, che può recapitare i libri acquistati a domicilio. Quante volte diciamo “Non ho mai tempo di leggere?”: ecco ora il tempo tolto alle uscite possiamo utilizzarlo per leggere per noi stessi e per gli altri (ad esempio i nostri bambini).

E, a proposito di cultura, i miei amici di Couple in Florence in questi giorni ci raccontano da casa, sui loro canali social, personaggi del mondo della cultura, arte, storia e tradizioni fiorentine.

Come ci ricorda Veronica di My Small Big World, i musei sono visitabili anche virtualmente: Musei Vaticani, Louvre, Guggenheim, British Museum, National Gallery of Art, Dalì Theatre Museum, Metropolitan Museum of Art e molti altri. Un modo per viaggiare rimanendo a casa.

Se vuoi trascorrere qualche momento di ilarità, ti consiglio di seguire la pagina Momenti Culturali, dove Julian Biondi, con la sua rubrica Quarantene culturali, si impegna in queste ore e fine ironia a dare qualche consiglio su come impiegare il tempo, soprattutto in cucina.

E, a proposito, sul web c’è una marea di blog di “colleghi” toscani e non, con ricette interessanti da sperimentare e ben spiegate.

Io cosa farò?

Tutto questo e ne approfitterò per fare la cosa che mi piace di più, dopo trascorrere del tempo con mio figlio e la mia metà: scrivere.

Ci sarà tempo per colazioni con il sole in faccia e pessime foto da fare! 😉

#andratuttobene

 

 

 

 

 

 

 

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.