Cosa c’è di nuovo a Firenze: Temakinho

Buon lunedì!

Oggi c’è il vero rientro, quello a scuola e dell’ingresso della peste al primo anno di scuola materna.

Il che vuol dire ricominciare a correre come forsennati per andare ad accompagnarlo e a riprenderlo, fare i conti con epidemie di bacilli, pidocchi, ferite di guerra e genitori non sempre molto friendly. 😥

Ricominciano anche gli eventi per la stampa e i blogger, i nuovi progetti e a me dispiace sempre un po’ non riuscire a scrivere quanto vorrei.

Anche perchè di cose da raccontarti e di posti provati nelle ultime settimane ce ne sono tanti!

Intanto comincio col parlarti di un locale del cui avvento si è tanto parlato a Firenze: Temakinho.

Dopo Roma, Milano, Londra e le Baleari, a metà luglio ha aperto le porte in piazza Strozzi, nei locali che ospitavano il Fashion Foodballer.

Ci sono stata qualche settimana fa con un mio amico trasferitosi a Roma da un po’ e un paio di amici di Pisa.

Primo punto a suo favore: la prenotazione, rapida e semplice, direttamente dal sito internet.

dettaglio interno.jpgLa location è coloratissima e altamente instagrammabile, improntata com’è sul fucsia, motivi floreali e dettagli di design.

parete.jpgIl servizio è giovane, sorridente e rapido.

Il motto è: cibo giapponese alla maniera brasiliana.

In menu Picanha (anche nei rolls), Ceviche, Nikkei Poke, Rolls o Temaki ricercati, da accompagnare con Caipirinha, birre o vini.

Noi abbiamo scelto 3 tipi di Rolls diversi, uno più buono e accattivante dell’altro, mentre da bere io ho scelto una Caipirinha Flor De Rosa, con cachaca, lime, dressing alle rose, ghiaccio profumato ai petali di rosa.

caipirinha.jpg

La spesa per un antipasto a testa, un piatto di rolls e un drink si aggira intorno ai 20 euro.

Tornerò a provare Ceviche e Nikkei Poke! 😋

(Foto di copertina di Cristian Leone)
Temakinho
piazza degli Strozzi, 14/15
Firenze
Tel. 055 614 6880
Prenotazioni

 

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.