Voglia di mare, voglia de La Perla dell’Ostricaio di Livorno

Buona domenica!

Questa primavera purtroppo non è ancora decollata😑 … E pensare che tra un mese solo sarà estate! 🤔

Eppure, che sia inverno o estate, ho sempre voglia di mare.

Per questo oggi voglio parlarti di un ristorante di pesce di una delle mie città preferite della Toscana: Livorno.

Il ristorante è La Perla dell’Ostricaio e si trova a pochi metri dalla fotografatissima Terrazza Mascagni.

bicchiere.jpgMi ha colpito immediatamente la cura dei dettagli, a partire dai bicchieri per l’acqua, con la riproduzione di una perla all’interno, al cestino del pane, composto da diversi tipi di pane.

Abbiamo cominciato nel migliore dei modi, ordinando un Michel Olivier Cremant Terre de Villelounge Rosè de Limoux AOC.

capesanta.jpgIl menù propone una bilanciata selezione di piatti di pesce abbastanza classici, ma dal tocco ricercato.

Io ho scelto Capesante e le sue salse (carota e malanzana alla brace e verdure di stagione), servite con formaggio e cipollina in agrodolce e, a seguire, dei Tagliolini al pescato del giorno, pomodoro bio di Bolgheri e lime.

primo.jpgBuoni! 😋

Sono rimasta sorpresa anche dalla spesa, tutto sommato contenuta a fronte dei piatti (di pesce fresco) che abbiamo ordinato e del vino: per un antipasto e un primo a testa con una bottiglia di vino abbiamo speso 35 euro a testa.

Dopo pranzo abbiamo fatto una passeggiata sulla Terrazza, dove, c’era una band a suonare e un gruppo di ballerini che hanno improvvato un’esibizione di lindy hop.

giostra.jpgUna presenza fissa la ruota panoramica che permette di godere della vista dall’alto sul mare.

Appena arriverà qualche giornata di sole, penso che mi rivedranno per provare il crudo e per godermi un tramonto in Terrazza! 😊

La Perla dell’Ostricaio
Piazza Modigliani 1/d Livorno
Tel. 0586808183
The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.