Mai provato piatti abbinati al gelato? Ecco solo uno degli esempi delle cene di degustazione di Barlume, a Lastra a Signa

Buon venerdì! 😊

Che programmi hai per il weekend?

Ti segnalo un posto nei dintorni di Firenze dove venerdì scorso ho partecipato ad una sorprendente cena di degustazione.

Si tratta di Barlume, caffè letterario nel centro di Lastra a Signa, aperto da colazione a cena dal lunedì al venerdì (il sabato solo dal pomeriggio a cena).

Il locale è intimo e kids friendly, con una libreria con una grande quantità di libri per ogni età.

Le cene in genere si svolgono nella saletta sul retro rispetto all’ingresso.

Venerdì scorso la cena di degustazione prevedeva l’abbinamento di piatti di pesce con il gelato artigianale di Gippino, gelateria di Lastra a Signa, e i Vini Bellini, sempre di Lastra a Signa.

Cosa abbiamo mangiato?

aliciprimo.jpgMillefoglie di sarde su insalata liquida e gelato al finocchietto, abbinata al Conegliano Valdobbiadene Bellenda, Caserecce al pesce spada con gelato alla melanzana e menta, abbinato a Pietregiovani Puglia IGP Minutolo, e, il pezzo forte, il Gelato fritto al salmone con mela e songino, abbinato ad Agricola La Svolta Toscana IGT Habibi.

Non poteva mancare il Semifreddo di mandorle e cioccolato di Modica di Gippino, abbinato al Vin Santo del Chianti.

dolce.jpgInsomma una cena interessante e stimolante, sotto ogni aspetto.

Questo tipo di cene vengono organizzate all’incirca una volta al mese.

Per rimanere aggiornato, segui la loro pagina Facebook e il loro profilo Instagram. 😉

Barlume
Via Dante Alighieri 21/23
Lastra a Signa (FI)
Tel. 0558801326
The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.