Berberè arriva anche in via De’ Benci a Firenze

Non mi hanno rapita gli alieni eh! 🙂

Sono solo stata completamente assorbita dal lavoro, dalla gestione familiare, da nuovi progetti (rimani sintonizzato!) e da quel minimo di vita sociale a cui continuo a tenere come l’aria.

Ebbene: stasera apro il pc solo per parlarti della nuova apertura di Berberè, in via De’ Benci (Santa Croce), a Firenze, l’1 ottobre.

Parliamo della creatura di 2 imprenditori, che, dal 2010 ad oggi, può vantare ben 9 locali in Italia e 2 a Londra, e che ha fatto della pizza artigianale, preparata con prodotti biologici selezionati, la sua bandiera, al punto che persino Alce Nero, marchio leader del biologico, è entrato a far parte nel 2014 dell’assetto societario.

La pizza di Berberè è caratterizzata dall’utilizzo di farine semintegrali biologiche (grano, enkir, farro e Senatore Cappelli), lievito madre vivo e un impasto lasciato riposare 24 ore a temperatura ambiente controllata, cosa che rende l’impasto digeribile, ingredienti stagionali, biologici e slow food.

E non sono semplici slogan: io ho provato sia la pizza del locale nel centro di Bologna che in piazza dei Nerli e l’ho trovata leggera e gustosa.

La pizza viene servita già tagliata per invogliare alla condivisione e alla convivialità, che è un po’ l’anima della pizzata in gruppo.

Il menu cambia stagionalmente, per cui trovi sempre proposte diverse, e si accompagna a birre artigianali e ad una selezione di vini naturali.

Tutto questo e molto altro hanno permesso a Berberè di ricevere importanti riconoscimenti da parte delle guide italiane e di partecipare ad eventi gastronomici di spicco.

Domani parteciperò alla Masterclass con Matteo Aloe, alla scoperta dei segreti di quella che, a mio avviso, rimane una delle migliori pizzerie artigianali in zona.

Berberè
via dei Benci, 7
Firenze
The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.