Summer Dream: il nuovo spazio estivo a Firenze per un drink o una pinsa romana

Non è proprio un buongiorno oggi.

L’afa non mi ha fatto chiudere occhio e neppure i due caffè che ho appena preso sono riusciti a resuscitarmi.

Così, con un solo occhio aperto, scrivo un po’ di cose riguardo all’ultima new entry tra gli spazi estivi, inaugurato solo qualche settimana fa: Summer Dream, su Lungarno Colombo (praticamente all’interno del campetto da calcio, al lato del ristorante Chalet Bellariva).

Cosa offre: un cocktail bar, una pizzeria e una gelateria.

Lo spazio è piuttosto ampio, per cui trovi sempre un tavolo.

biancazerozero.jpgCi sono tornata ieri per provare la pizza, anzi la pinsa romana, di Bianca Zero Zero.

A Firenze puoi mangiarla anche a Piazza dei Ciompi e in piazza della Passera.

Cos’è la pinsa? Una pizza bassa e croccante, da cui il termine latino “Pinsere”, che vuol dire “allungare”, “schiacciare”, ottenuta con un impasto fatto di un mix di farine ed un alto contenuto di acqua, fatto lievitare per un minimo di 48 ore, a temperatura controllata.

Il risultato è una pinsa digeribile e gustosa, grazie all’utilizzo generoso dei condimenti.

Il numero di gusti è contenuto. Noi abbiamo scelto 3 tipi di pinsa e li abbiamo condivisi in 5 (le pinse arrivano al tavolo già tagliate): classica Margherita, Diavola e Napoli. Buone!

Ho visto che fanno anche due tipi di calzone.

Ho avuto modo di provare anche i drink del bar e non mi sono dispiaciuti. In particolare, la prima volta che ci sono stata la barlady mi ha preparato una variante del Gin sour con cocomero fresco: delizioso!

Nel complesso mi è sembrato uno spazio estivo easy e dall’ottima accoglienza, dove si sta bene.

Summer Dream
Lungarno Colombo
Tel.  3395471412

 

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.