Venghino Signori: la cena francese di Bistrot 8.0

Siamo nella piazza centrale di Figline Valdarno. Su un lato della piazza è presente un bistrot che vale la pena di scoprire: Bistrot 8.0.

Ho avuto il piacere di conoscere il titolare, Massimiliano Lucarelli, circa 2 anni fa e l’ho incontrato nuovamente l’anno scorso in occasione di un’intervista per la testata giornalistica per la quale scrivevo.

Discreto e di poche parole, ma dal garbo e dalla sensibilità più uniche che rare, Massimiliano è una persona concreta, che ha dato vita ad un locale che non ti aspetti, con proposte che spaziano dall’aperitivo al dopocena.

Adoro il suo crudo di pesce e, in generale, i piatti di pesce che hanno sempre un tocco di ricercatezza sia negli accostamenti degli ingredienti che nella presentazione, ma soprattutto l’ambiente del tipico bistrot parigino e l’accoglienza squisita di Massimiliano e del suo staff.

Perché questa presentazione? Oggi ti parlo volentieri della prima cena a tema della stagione: la cena francese.

Giovedì 5 ottobre, dalle 20 alle 22:30, potrai gustare Soupe à l’oignonBoeuf Bourguignon con purè di patate, Tarte tatin, in compagnia di un bicchiere di vino Rosso Côtes du Rhône.

La raffinatezza della cucina francese si sposerà ad un’atmosfera conviviale dove potresti capitare vicino a sconosciuti, come nelle osterie di una volta.

Il costo della cena è di 25 euro.

I posti rimasti sono pochissimi, che aspetti?

Puoi prenotare telefonando al numero 0559157085 o inviando un sms al numero 3319208511 o via Facebook.

Più semplice di così!

Bistrot 8.0
piazza Marsilio Ficino, 80
Figline Valdarno
Tel.  0559157085  

(Foto di copertina di Bistrot 8.0)

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.