Santarpia la pizzeria di Firenze più buona che ci sia

Yes weekend! 🙂

Sono imperdonabile, lo so: darsi così alla macchia per quasi una settimana!

La verità è che ho avuto una settimana che dire stressante è dir poco e poco tempo, modo e voglia di scrivere.

Pressione lavorativa dovuta anche al fatto che il mio cervello sembra essersi magicamente atrofizzato, inserimento al nido di una lentezza esasperante, che si protrarrà con ogni probabilità fino alla materna vista la propensione di mio figlio ai suoi coetanei, il caos che ormai regna sovrano in casa, merito anche della lavasciuga in assistenza da più di una settimana, ed ecco che l’esaurimento è vicino!

Ieri ho detto basta all’esasperazione e sono andata a cena fuori, complice anche la visita di mio cognato, da Santarpia, pizzeria in piazza Annigoni.

Tempo fa a lavoro, al caffè, mi era capitato di sentir parlare una ragazza delle migliori pizzerie della città con una ragazza originaria di Napoli. In quell’occasione, quando suggerii Santarpia, 3 spicchi per il Gambero Rosso, mi disse che la migliore era una nuova pizzeria di San Frediano che non sono ancora riuscita a provare e che Santarpia non era minimamente all’altezza.

Eppure per me la pizza di Santarpia rimane una delle migliori e non perché è di moda. Lo avevo già scoperto quando lavorava a Palazzo Pretorio a San Donato in Collina e, quando ho saputo che apriva anche a Firenze, per di più in una delle zone che amo di più, Sant’Ambrogio, mi sono precipitata a provarlo la prima sera d’apertura.

Da allora prenotare è stato praticamente impossibile! Fino a ieri sera, in cui abbiamo fatto un tentativo senza troppe speranze.

Quella di Santarpia non è una semplice pizza napoletana. E’ una pizza preparata con un ottimo e digeribilissimo impasto (farine del Molino Quaglia, lievitazione di 48 h, forno a legna, etc etc etc) e condita con ingredienti italiani di prima qualità. Si va da classici a pizze gourmet con ingredienti di stagione, fino al panuozzo e alla pizza e al calzone fritto, più un paio di proposte del giorno.

Quasi tutto è disponibile anche in versione senza glutine e, proprio per garantire ciò, è preferibile indicare l’esigenza al momento della prenotazione.

Il tutto in un ambiente sobrio, curato e gradevole, ma soprattutto attrezzato anche per i bimbi. What else? – Dirai.

Mi spiace deluderti, i contro non ci sono!

IMG_20170914_204914.jpgPer cominciare abbiamo ordinato un Fritto mix con crocché di patate, arancini, frittatina di pasta, mozzarella in carrozza che era una libidine. La frittatina di pasta con le melanzane e i pomodorini è forse la cosa che mi è piaciuta di più! 😛

IMG_20170914_212344.jpgA seguire io sono rimasta sul Calzone fritto con scarola, code di gambero e burrata che mi ha conquistata: ben riuscito il contrasto tra la croccantezza e il sapore avvolgente del fritto e la leggerezza e freschezza degli ingredienti all’interno.

Da bere io e mia sorella abbiamo condiviso una boccia di Zardetto Porta Monticano Millesimato che con il fritto era la morte sua, ma che non siamo riuscite a finire (non siamo più le bevitrici di una volta!).

Mentre andavamo via Santarpia in persona, in prima fila in pizzeria, ci ha salutati: finalmente un vero professionista rimasto con i piedi per terra!

La prova del nove è stata la notte: digestione agile e nessuna sete.

10 e lode!

Santarpia
Largo Pietro Annigoni, 9
Firenze
 Tel. 055245829
The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.