Alla scoperta di B-Roof: la nuova veste della Terrazza Brunelleschi del Grand Hotel Baglioni

Non mi ritengo una romantica, ma per me e la mia metà ogni occasione è ed è sempre stata buona per festeggiare qualcosa in grande stile.

Così, in occasione di un San Valentino di qualche anno fa, ho soggiornato presso il Grand Hotel Baglioni e ho avuto modo di cenare presso il ristorante panoramico.

Sono rimasta impressionata dalla vista che si gode dalla terrazza: sembrava di poter toccare la cupola del Brunelleschi solo tendendo un dito.

L’atmosfera, creata dalla cura dei dettagli, dalla ricercatezza dell’ambiente, e dalla musica di sottofondo ha reso quella serata indimenticabile.

Qualche giorno fa mi è arrivato l’invito alla presentazione della nuova veste del ristorante.

Il ristorante Terrazza Brunelleschi del Grand Hotel Baglioni del Gruppo Carattere Toscano Hotels & Resorts, infatti, si rinnova e si evolve in B-Roof, ristorante panoramico esclusivo per cene ed eventi alla carta, fruibile all’interno degli ambienti con vetrate affacciate sui monumenti del centro storico di Firenze (in estate anche sulle torrette esterne), e B-Green, area caratterizzata da un pergolato di vite americana e dalla loggia dell’American Bar per aperitivi a base di cocktail e fresche proposte gastronomiche.

Lo chef Richard Leimer rivisita la cucina tradizionale toscana attraverso prodotti locali e spirito innovatore.

Il B – Roof Grand Opening Private Event è previsto lunedì 26 giugno alle 20:00, su invito. E secondo te posso mancare?

B-Roof
Grand Hotel Baglioni
piazza dell’Unità Italiana, 6
Tel.  05523588865/8860
The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.