Nuovi ristoranti a Firenze: la cucina osé di Trattoria Moderna

Lo scorso weekend avevo voglia di provare qualcosa di nuovo, il tempo all’ora di cena non era dei migliori e ho approfittato per provare la nuova Trattoria Moderna, su Lungarno del Tempio.

Il ristorante si trova proprio accanto al Grand Hotel Mediterraneo e, in effetti, è molto frequentato dagli ospiti dell’albergo.

Avevamo prenotato indicando che avevamo con noi un passeggino, ma, nonostante questo, il tavolo ci è stato prenotato al piano superiore e il mio compagno ha fatto una mossa in stile Incredibile Hulk per portare su il passeggino aperto, onde evitare di togliere e caricare a spalle borse e seggiolino, come una ditta di traslochi.

IMG_20170519_205126L’ambiente è moderno e rispetta lo stile del vecchio Outside Bistrot: il locale è sui toni del griglio scuro e blu intenso, con sedie e tavoli di ferro con il piano di un legno trattato, illuminati da lampade moderne, simili a quelle da studio, e apparecchiati con un bel servizio classico di bicchieri.

Da bere, puoi scegliere all’interno di una piccola selezione di vini e birre a bicchiere e di una lista contenuta di etichette nazionali e di Champagne. Io ho ordinato un Franciacorta Blanc De Blancs Tenute Montenisa tanto per calarmi nel mood weekend.

Ma veniamo al menu: sintetico e con proposte che spaziano da classici a trovate piuttosto particolari. Si va dalla Crema di finocchio all’olio extravergine d’oliva, mazzancolle e liquirizia ai Tortelli di pappa al pomodoro con emulsione bianca al timo e pecorino, fino al Petto d’anatra arrostito, bietola all’aglio e salsa alle ciliegie. A disposizione un menu degustazione, composto da 4 portate, al costo di 37 euro (bevande escluse).

IMG_20170519_205730.jpgIo avevo voglia di un piatto unico, per cui ho ordinato La svizzera con caciocavallo, fondo al vino rosso, misticanza e cipolla, chips e maionese all’acciuga. L’hamburger era veramente buono, anche se un po’ troppo sapido per i miei gusti (è servito con sopra il caciocavallo sciolto, già di per sé piuttosto salato). Bella l’idea le chips in cima, la misticanza servita a parte e la maionese all’acciuga servita in un piccolo tubetto a parte, mentre non ho capito molto l’idea del fondo di vino rosso in una carne al sangue, che rilascia succhi a sua volta. Avrei gradito il cestino del pane, ma il servizio si è rivelato un po’ sconclusionato per l’intera cena, seppure cortesissimo.

IMG_20170519_205738.jpgPiacevole sorpresa del menù: le pizze, cotte nel forno a legna, con abbinamenti davvero insoliti, tipo Pizza con coniglio e ricotta salata o Pizza con misticanza, mostarda di fichi, fragole e carpaccio di baccalà. Io ho assaggiato e apprezzato moltissimo la Pizza con acciuga, pomodoro lucarello giallo, bufala e ravanelli, ma se sei curioso di provare i vari gusti trovi anche la pizza “degustazione”.

IMG_20170519_214116.jpgPer finire rimaneva ancora un piccolo spazio per il dolce e ho ordinato il Flan al cioccolato con salsa di mango piccante, gradevole, ma servito completamente scomposto e non come un vero e proprio flan. Ma magari era voluto.

Ho notato con piacere alcune proposte di abbinamento insolite con i dolci, come il Vermouth bianco di Prato con il Tiramisù con il babà o il vino tedesco Beerenauslese con il Flan di cioccolato.

Il costo per una pizza, un hamburger completo, 2 dolci, acqua e un bicchiere di Franciacorta è stato di 56,50, a mio avviso appropriato.

In generale mi sono piaciuti l’ambiente, ideale per le coppie, e il coraggio della cucina di osare, che accontenta chi vuole mangiare cose diverse rispetto alle classiche trattorie fiorentine. In altre cose, invece, come nella mia svizzera, credo che la semplicità sia sempre la chiave migliore per valorizzare al meglio un prodotto di qualità, ma voglio provare anche il resto per esprimere un giudizio obiettivo.

Trattoria Moderna

Lungarno del Tempio, 52

Firenze

Tel. 0552343693

 

 

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.