Ristoranti di pesce in Versilia: Massimo a Viareggio

In Versilia in fatto di ristoranti di pesce c’è l’imbarazzo della scelta. Proprio per questo, la scelta di un ristorante in cui mangiare piatti di pesce di qualità senza lasciarci lo stipendio richiede tattica.

IMG_20170501_133636Il Ristorante Massimo, alle spalle del lungomare di Viareggio, all’altezza del Grand Hotel Principe di Piemonte, è stato davvero una bella sorpresa in tal senso.

La posizione non è proprio delle migliori, in quanto il ristorante si trova in una strada interna e non direttamente sul mare, ma i piatti e il servizio non ti faranno pentire della scelta.

IMG_20170501_133331Prima nota di merito: ci hanno portato un seggiolone e ci hanno subito chiesto cosa potessero preparare per il nostro bambino mentre noi davamo uno sguardo al menu.

Così, in breve tempo, è arrivato un Carpaccio di orata al vapore con contorno di zucchine condito con un goccio di olio d’oliva che mi è sembrato squisito nella sua semplicità.

IMG_20170501_130120Noi adulti (si fa per dire!) abbiamo ordinato un Antipasto mare composto da 5 assaggi, quali un’Insalata tiepida di gamberi e calamari, Baccalà con pere e aceto balsamico, Salmone con arancia, Crema di ceci con gambero e rosmarino, Tortino di piselli con scampo, che già da solo sarebbe stato più che sufficiente.  A seguire, Paccheri alla Trabaccolara e un’Orata con verdure al forno per uno di noi. Da bere abbiamo scelto una bottiglia da mezzo litro di Prosecco di Valdobbiadene Superiore Extra Dry Borgo Molino.

Il costo a persona, con caffè, acqua e coperto è stato di circa 35 euro a testa.

Poi una passeggiata sul lungomare di Viareggio o una capatina in spiaggia non te la toglie nessuno.

Ristorante Massimo

Viale Michelangelo Buonarroti, 263

Viareggio

Tel. 058450704

The following two tabs change content below.

madtasting

Per gli amici sono Mad. Di origini lucane, sono stata adottata dalla città di Firenze per gli studi universitari, dove ho poi messo su famiglia. Laureata in Scienze della Comunicazione, con specializzazione in Teorie della comunicazione e tecniche dei linguaggi persuasivi conseguita presso l'Università di Siena, ho scritto per alcuni portali web nazionali di locali ed eventi e ho pubblicato nel 2014 il mio primo romanzo intitolato "0,80. Diario di una portatrice sana di Gewürztraminer", con il quale ho dato una forma alla passione per la scrittura. Amo uscire a provare e vivere tutto ciò che di buono offrono la città e i suoi dintorni anche in compagnia del mio bambino.